La porno-tax mediante un pietanza da 80 milioni di ricavo

La porno-tax mediante un pietanza da 80 milioni di ricavo

Per Bologna la pornotax non fa spavento e preoccupa alquanto minore della inquietudine.

I commercianti dell’ lussuria reagiscono durante metodo tiepido alla sprangata a stento introdotta dal amministrazione: un’ accessorio Irpef sui proventi della estensione di contenuti sessuali espliciti. C’ e chi cade dalle nuvole (“ciononostante non c’ era in passato?”), chi ha obbedito sbadatamente il tiggi (“Penso valga abbandonato per i produttori, che appresso sono tutti all’ estero”) e chi sa in precedenza mezzo barcamenarsi (“mediante il mio fiscalista una soluzione si trova nondimeno”).